Sì, a meno che il Contraente abbia effettuato il pagamento dei premi in frode ai creditori oppure l’ammontare dei premi pagati abbia leso la quota di legittima riservata agli eredi.