Come procedere

Se il Beneficiario è cliente del Gruppo BPM, è consigliabile chiedere assistenza a un consulente di fiducia nella Filiale di riferimento.

In questo modo si potranno velocizzare i tempi di liquidazione e semplificare la documentazione necessaria alla Compagnia per processare la transazione.

Se il Beneficiario non è cliente del Gruppo BPM, è possibile comunque chiedere assistenza per l’intero percorso di pagamento del capitale alla Filiale che ha in gestione la polizza oppure rivolgersi direttamente alla Compagnia.

In questo secondo caso, o se il Beneficiario è impossibilitato a recarsi in Filiale, sarà sufficiente presentare la richiesta di pagamento, corredata di tutte le informazioni e di tutti i documenti necessari a mezzo raccomandata A/R a:

Bipiemme Vita S.p.A. – Gestione Portafoglio, Via Giuseppina Lazzaroni, 3, 20124, Milano

o a mezzo pec all’indirizzo: [email protected]

È possibile utilizzare il Modulo di Richiesta di Pagamento del Capitale per Decesso dell’Assicurato predisposto da Bipiemme Vita S.p.A. per facilitare la raccolta delle informazioni utili ai fini della liquidazione della prestazione assicurata.

Alla ricezione, la Compagnia controlla che i documenti siano completi e avvisa tempestivamente se manca qualcosa.

È bene ricordare che:

  • Più il Beneficiario è preciso nella presentazione della richiesta di pagamento, più è veloce la Compagnia nella corresponsione del capitale

  • Le richieste di pagamento incomplete comportano tempi di liquidazione più lunghi

  • Per qualsiasi informazione è possibile rivolgersi alla Filiale di riferimento del Gruppo BPM o mettersi in contatto con la Compagnia chiamando il numero 02 77002405 o inviando una e-mail a [email protected]

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE:

Di seguito è riportato l’elenco dei documenti e delle informazioni necessari per ricevere la prestazione  e da presentare unitamente alla richiesta di pagamento:

  • Copia del documento d’identità e codice fiscale di ciascun Beneficiario
  • Indicazione delle coordinate bancarie (codice IBAN) su cui effettuare il pagamento
  • Certificato di morte dell’Assicurato
  • Documentazione sulla designazione beneficiaria, ossia:

Nel caso di una designazione di beneficiari effettuata in   modo diverso dal riferimento alla qualità di eredi legittimi o testamentari (ad esempio, beneficiario individuato nominativamente):

– se l’Assicurato è deceduto senza lasciare testamento:

(i) dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà con firma autenticata da cui risulti, sotto la propria responsabilità, che il beneficiario ha espletato ogni tentativo e ha compiuto quanto in suo potere per accertare la non esistenza di disposizioni testamentarie nonché l’indicazione di tutte le persone nominate come beneficiari, per quanto a conoscenza del dichiarante;

– se sono presenti disposizioni testamentarie:

(i) dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà con firma autenticata da cui risulti, sotto la propria responsabilità, quali sono i beneficiari e che il beneficiario ha espletato ogni tentativo e ha compiuto quanto in suo potere per accertare che il testamento presentato è l’unico o, nel caso di più testamenti, quale sia ritenuto valido, che non sono state mosse contestazioni avverso il testamento o i testamenti, che oltre ai beneficiari menzionati nella dichiarazione stessa non ve ne sono altri e che nel testamento non sono presenti revoche di beneficiari;

(ii) copia autentica o estratto autentico dell’atto di ultima volontà.

Nel caso di una designazione di beneficiari effettuata con il riferimento alla qualità di eredi testamentari o legittimi:

– se l’Assicurato è deceduto senza lasciare testamento:

(i) dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà con firma autenticata da cui risulti che, per quanto a conoscenza del dichiarante, l’Assicurato è deceduto senza lasciare testamento e quali sono gli eredi legittimi, il loro grado di parentela con l’Assicurato, la loro data di nascita e capacità di agire;

– se l’Assicurato è deceduto lasciando uno o più testamenti:

(i) dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà con firma autenticata da cui risulti:

– che, per quanto a conoscenza del dichiarante, l’Assicurato è deceduto lasciando testamento e che il/i testamento/i sono gli unici conosciuti, validi e non impugnati;

– quali sono gli eredi testamentari, la loro data di nascita e capacità di agire;

(ii) copia autentica o estratto autentico dell’atto di ultima volontà.

  • Documentazione sanitaria e sulle circostanze del decesso, ossia:

Relazione del medico curante attestante la causa del decesso completa di anamnesi remota; è possibile utilizzare l’esempio di relazione predisposto dalla Compagnia per facilitare la raccolta delle informazioni mediche ai fini della liquidazione della prestazione assicurata

Copia della cartella clinica relativa all’ultimo ricovero completa della storia clinica dell’Assicurato

Copia del verbale dell’Autorità Giudiziaria intervenuta (nel caso l’Assicurato sia deceduto per morte violenta – es. incidente stradale)

È bene tenere presente che:

  • Qualora riscontri particolari difficoltà ad acquisire la predetta documentazione sanitaria, il Beneficiario può mettersi in contatto con la Compagnia al fine di sottoscrivere idonee richieste e autorizzazioni e conferire procura affinché la Compagnia possa procedere alla richiesta della documentazione stessa
  • Eventuali ulteriori documenti potranno essere richiesti dalla Compagnia, specificandone la motivazione, in presenza di situazioni particolari, per le quali risulti strettamente necessario acquisirli prima di procedere al pagamento, in considerazione di particolari esigenze istruttorie ovvero al fine di dare adempimento a specifiche disposizioni normative
  • Al fine di ridurre gli oneri a carico dei Clienti, la Compagnia adotta una gestione della documentazione tale per cui non venga richiesta, in fase di liquidazione, documentazione non necessaria o di cui già dispone, avendola acquisita in occasione di precedenti rapporti e che risulti ancora in corso di validità.

Inoltre, in aggiunta alla documentazione elencata, possono essere richiesti documenti specifici in base alla tipologia di Beneficiario:

  • Beneficiario Persona Giuridica, Ente, Fondazione, ecc.: un documento che attesta i poteri di firma del Rappresentante Legale/Procuratore (ad esempio Visura camerale aggiornata, copia della Procura, Statuto o Verbale dell’organo amministrativo) nonché copia del documento d’identità e del codice fiscale del Rappresentante Legale/Procuratore
  • Beneficiario minorenne o incapace: copia autentica del/i provvedimento/i del Giudice Tutelare, con il quale si autorizza l’esercente la potestà parentale/Tutore/Curatore/Amministratore di sostegno alla riscossione della prestazione destinata a beneficiari minorenni o incapaci
  • Beneficiario che delega un’altra persona a procedere: procura notarile che autorizza la persona delegata dal beneficiario a procedere in sua vece alla richiesta di pagamento del capitale.

IL PAGAMENTO DEL CAPITALE

Dopo aver ricevuto i documenti e verificato che siano corretti e completi, la Compagnia corrisponde il capitale entro massimo 30 giorni, impegnandosi a velocizzare il più possibile il pagamento.

In caso la documentazione ricevuta non sia completa, Bipiemme Vita S.p.A. contatta il Beneficiario richiedendo i documenti mancanti.

In caso di ritardo imputabile alla Compagnia, verranno pagati gli interessi sul capitale maturato per il tempo eccedente i 30 giorni stabiliti.